Translate

mercoledì 20 aprile 2016

Obama a Riyadh per il GCC summit....ed e' caos!

Caspita che giornata!
Se c'è una cosa che ormai ho capito (questa volta a mie spese!) e' che quando a Riyadh ci sono dei Summit di un certo livello e con un discreto numero di invitati e' meglio starsene a casa, perché la città viene letteralmente sconvolta e bloccata!!!
Da giorni avevo letto la notizia del GCC summit, ossia l'incontro dei paesi facenti parte del Gulf Cooperation Council (Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman, Qatar) e già questo di per se voleva dire tanto traffico tutto intorno alla città di Riyadh.
Ma quando e' sopraggiunta la notizia che al meeting avrebbe partecipato anche il presidente degli Stati Uniti d'America Barack Obama ho pensato che il traffico sarebbe potuto diventare CAOS...e così è stato!
O per lo meno lo è stato per noi...
Come ogni mattina i nostri figli sono partiti dal compound con il bus alle 7, alle 7.45 arrivano messaggi e e-mail dalla scuola per avvisarci che il ministero dell'istruzione aveva comunicato l'obbligo della chiusura anticipata delle scuole alle ore 12!
E visto che io sono una persona MOLTO fortunata(!!!)... Alle 11.15 sono salita sul bus per andare a recuperare i bambini (eh, eh, eh, oggi era il mio turno come bus monitor!).
All'andata c'era sicuramente più traffico e soprattutto più polizia a bordo strada, ma tutto sommato si scorreva bene, ma al ritorno...
Sembrava che poliziotti e militari si fossero moltiplicati all'infinito, ogni 100 metri una macchina della polizia alternata a camionette militari con mitra, alcune strade erano chiuse al traffico COMPRESA LA NOSTRA!!!
Così abbiamo dovuto proseguire dritti finché non abbiamo trovato una strada libera per poter fare inversione di marcia, per poi comunque essere fermati dalla polizia.
Potevano circolare solo le auto, i mezzi più grandi come i camion e anche il nostro bus dovevano accostare a bordo strada e aspettare!!!
Lì il CAOS, i bambini da ormai un'ora sul bus iniziavano ad essere stanchi, gli elicotteri in cielo li hanno distratti per un po

e poi è arrivato lui, l'animale più pacifico e tranquillo del deserto, io li adoro...

intorno a noi sempre più bus e camion venivano fermati e sempre più persone si chiedevano quando saremmo ripartiti...di certo non in tempi brevi.
La foto da solo una piccola immagine di quanti in realtà eravamo...

Fortunatamente siamo un buon gruppo di mamme e con WhatsApp ci è voluto un attimo ad avvertire
tutte di quello che stava succedendo e mandata la nostra posizione con Google Maps un papà che si trovava non molto distante da noi ci è venuto a recuperare!!!
Alla fine siamo arrivati a casa alle 14.30 tutti con tanta fame e tante risate anche se tenere a bada 6 bambini non è di certo una passeggiata.



Nessun commento:

Posta un commento