Translate

domenica 19 marzo 2017

SAND SLIDING

Ciao!
Che dite...si vede che sono felice???

Finalemte dopo tanto girovagare per negozi abbiamo trovato i SAND SLIDING!!!


Ieri mattina ci siamo svegliati presto e siamo corsi a provarli sulle bellissime dune rosse, c'era molto vento...ma quanto fa male la sabbia sul viso!?!?
È come se ti lanciassero un secchio di spilli in volto...e non sto esagerando!!!
Sappiate che scivolare sulle dune con un SAND SLIDING non è affatto facile, bisogna avere equilibrio e.... per poter scendere da una duna...prima bisogna arrivarci in cima!!!

Il negozio dove abbiamo trovato i SAND SLIDING si chiama AL SANIDI bisogna uscire alla exit 12 e andare verso la exit 13 lo trovate alla vostra destra, il negozio al primo piano è enorme.

C'erano anche...


Buon divertimento!

venerdì 17 marzo 2017

HEET CAVE

Ciao!
Anche ieri mattina a Riyadh il cielo era grigio e minaccioso di pioggia, a dire il vero ogni tanto qualche goccia scappava... ma chi lo avrebbe mai detto che il tempo in Arabia Saudita poteva anche essere così instabile, negli anni precedenti mi era sembrato più corto il periodo di "brutto tempo".

Cosi le nostre gite stanno diventando delle improvvisate dell'ultimo minuto, anche ieri ci siamo svegliati e non sapevamo cosa fare, se restare a casa a pigrottare o uscire, ma appena il cielo si è aperto un po' ho preparato dei panini e siamo partiti alla scoperta delle HEET CAVE.
Il luogo è una meta molto conosciuta, abbiamo anche visto dei cartelli marroni con l'indicazione del luogo, su internet si trovano facilmente informazioni e le coordinate su come raggiungere la zona che non è molto distante da Riyadh.
Dovete seguire la strada per Al - Karj (altra bella gita fatta l'anno scorso), arrivati a Heet il villaggio è molto piccolo e le montagne rocciose (Mount Al Jubayl) sono ben visibili da subito.
Ma se vi troverete davanti a questo paesaggio...



Sappiate che dovete andare più a destra!


Ve lo segnalalo perché ci siamo ritrovati con altre famiglie nello stesso punto e quando abbiamo chiesto a degli uomini del posto ci hanno detto che la zona era di poco più avanti sulla destra.
Comunque il posto non è per nulla difficile da raggiungere, non è necessaria una Jeep.
Però vi consiglio di usare delle scarpe da trekking se volete scendere fino al lago perché la discesa è molto ripida!


C'è stato chi ha fatto anche il bagno!

domenica 5 marzo 2017

RAWDHAT KHURAYM

Ciao!
Finalmente venerdì abbiamo trascorso una bella giornata all'aria aperta!
Ci mancavano molto le nostre gite, ma tra le giornate piovose, nuvolose e fredde che ci sono state durante il mese di Febbraio e alcuni impegni già presi in precedenza... i giorni son passati e con essi anche i venerdì senza uscite.
Ma devo dire che abbiamo recuperato alla grande!


RAWDHAT KHURAYM dista un centinaio di chilometri da Riyadh, ci abbiamo impiegato circa un'ora e mezza per arrivare, il percorso è tutto su strada asfaltata, si parcheggia a bordo strada e ci si immerge subito in questa distesa di verde!

Questo parco è l'area con più vegetazione che abbiamo visto fino ad ora in Arabia Saudita, con fiori, piante, prato ovunque e tante belle farfalle!
Ovviamente ne siamo rimasti tutti molto stupiti e contenti, i bambini hanno giocato a correre nel l'erba, con l'aquilone e a palla fino quasi al tramonto.

L'area è molto frequentata infatti non è stato facile trovare un posto all'ombra di una pianta di acacia dove poter mettere il nostro telo per fare il pic-nic, ma devo dire che siamo stati molto fortunati perché ci siamo posizionati vicino ad un gruppo di persone molto gentili, che come da tradizione locale ci hanno offerto praticamente tutto ciò che avevano, acqua, caffè arabo, datteri, un buonissimo brodo di agnello un po' speziato, fortunatamente troppo speziato per le nostre figlie, così mi sono  bevuta io anche il loro!

Ed infine il piatto forte....l'agnello con il pane arabo appena cotto!!!
Si perché i signori erano super attrezzati, avevano pentole di ogni dimensione, compreso quello per far cuocere il pane.

Io mi sono sentita fino in colpa per tanta gentilezza perché non avevamo molto da offrire a nostra volta, sono solita fare torte e biscotti quando facciamo il pic-nic ma questa volta era stato tutto
improvvisato all'ultimo perché il cielo era un po' grigio appena svegli, così quando abbiamo deciso di partire, abbiamo giusto preparato dei panini e preso la frutta che avevamo con noi!
Quando stavamo per tornare a casa ci siamo accorti che li vicino c'era una gran pozza d'acqua creatasi con le piogge di Febbraio. (chiamarlo laghetto sarebbe esagerato!)

Però una bella foto sono riuscita a farla.

Ci torneremo di sicuro!

martedì 21 febbraio 2017

Janadryah Festival 2017

Ciao!
Venerdì scorso si è concluso lo JANADRYAH FESTIVAL evento nazionale che si ripete tutti gli anni nel mese di febbraio.
Noi ci eravamo già stati lo scorso anno e ci era piaciuto molto, ne avevo parlato quiJanadryah Festival e anche quest'anno non siamo mancati.

Lo Janadryah Festival ci piace molto perché ogni volta scopriamo qualcosa in più sul paese che ci ospita, l'area preposta al festival dalle dimensioni enormi è praticamente impossibile visitarla in un
unico giorno, ci sono tantissimi stand, eventi, spettacoli musicali, danzanti, corse con i cammelli, rievocazioni di antichi mestieri...


Quest'anno come primo stand siamo andati a visitare quello dedicato alla moneta locale (SAR), appena entrati siamo stati accolti da un signore che ci ha regalato un libro molto interessante sul Museo Della Moneta, dove vi sono raffigurate tutte le monete, dalle più antiche a quelle attuali.


Regalo apprezzatissimo dalla sottoscritta che ama i libri...un pò meno dal marito che fino a sera e' andato in giro con una borsina contenente un "mattone"!
Abbiamo gironzolato per quasi quattro ore tra uno stand e l'altro,

Ci siamo fermati ad ascoltare della musica,

Anche nello stand dell'Egitto paese ospite di quest'anno

Ma ci siamo anche fermati con il naso all'insù per una piacevole sorpresa!

E ci siamo anche tanto, tanto divertiti!

Siamo stati allo Janadryah Festival sia in settimana che il venerdì pomeriggio (giorno di festa) e abbiamo sempre trovato tanti visitatori, quest'anno mi ha colpito il numero sempre più crescente di visitatori stranieri, la quantità e qualità di macchine fotografiche che al confronto la nostra normalissima Canon sembrava un giocattolino!

lunedì 30 gennaio 2017

AL UQAIR

Ciao!
Dopo aver visitato AL HOFUF e le CAVE DI QARA non eravamo ancora stanchi così abbiamo deciso di proseguire ancora un po' verso est per arrivare fino al mare.


In strada abbiamo incontrato ancora i cammelli che tranquilli e beati attraversavano la strada proprio mentre dovevamo passare noi!
Tutti fermi ad ammirare questi simpatici animali.


Siamo andati fino al vecchio porto di AL UQAIR (chiamato anche UGAYR) a visitare un antico forte di origini Turche costruito nel XVI secolo, all'epoca il porto e il forte avevano una locazione molto importante e strategica per chiunque arrivasse dal mare in Arabia Saudita ma ora purtroppo questo forte situato proprio in riva al mare è abbandonato.




mercoledì 25 gennaio 2017

AL HOFUF E LE CAVE DI QARA

ANDIAMO! ANDIAMO! ANDIAMO!

Quando hai tre bambine che alle 8 di venerdì mattina ti saltano nel letto così entusiaste di andare finalmente a fare una nuova gita nel deserto...non puoi fare altro che alzarti e preparare lo zaino!!!

Così non erano ancora le 9 che già eravamo in macchina, la città ormai alle nostre spalle, il sole che si stava facendo caldo sui nostri volti, il BOSS alla radio che cantava "YOU'VE GOT IT" e un nuovo pezzo di deserto tutto da scoprire davanti a noi.

Per andare ad AL HOFUF abbiamo percorso inizialmente la stessa strada che avevamo fatto per andare in Bahrein ma a poco più di metà abbiamo deviato verso il Qatar (strada 75), ad un certo punto ci siamo fermati incantati a guardare una mandria di cammelli sulle dune, il vento soffiava
forte e a tratti sollevava la sabbia, i piccoli di cammello che raggiungevano le madri trotterellando, uno spettacolo della natura!


Ho fatto un video che ho pubblicato sulla pagina FaceBook Tramps In Love se volete vederlo.
Dopo circa 4 ore dalla nostra partenza siamo arrivati ad AL HOFUF la città ci è sembrata molto carina anche se l'abbiamo visitata poco, volevamo visitare il Museo Archeologico ma purtroppo era chiuso!


Così siamo ripartiti per la nostra destinazione, le CAVE DI QARA, la visita di questo sito ci ha ripagati del viaggio, sia la parte visitabile dal museo sia la vista dall'alto sono suggestive, le rocce erose dal tempo a dagli agenti atmosferici sono molto profonde, al loro interno c'è una piacevole frescura, si potrebbe trascorrere un'intera giornata a camminare tra queste rocce.



E guardate cosa abbiamo visto una volta arrivati su una cima...


Girando intorno all'area ci siamo fermati in un negozio di manufatti tipici.